Autoesclusione ADM: revoca e informazioni

L’autoesclusione AAMS (o autoesclusione ADM) è il processo attraverso cui un giocatore si esclude dal circuito di casinò ADM per un tempo determinato (30, 60 o 90 giorni) o indeterminato. Si tratta di una pratica entrata in vigore per contrastare il gioco d’azzardo irresponsabile e per permettere ai giocatori di intervenire in maniera efficace sulla dipendenza da gioco.

Nel momento in cui si inizia questa pratica, per richiedere la revoca dell'autoesclusione AAMS è necessario attendere che il periodo prefissato termini. Per trovare informazioni su come annullare l’autoesclusione, è sufficiente leggere questo articolo o recarsi sul sito ufficiale dell’ADM e cliccare sull’apposito link. 

Nel caso in cui l’utente cambi idea e volesse rientrare nel circuito ADM, dovrà comunque aspettare la scadenza del termine oppure, in caso di esclusione indeterminata, che trascorrano minimo 6 mesi per cancellare l’autoesclusione AAMS. 
In questi casi, qualora il giocatore autoescluso volesse tornare a scommettere durante il periodo di autoesclusione, potrà giocare liberamente sui casinò non-AAMS, ovvero tutti quei casinò che non fanno parte del circuito ADM e che dispongono di licenze offshore.

Cos’è l’autoesclusione ADM?

L’autoesclusione ADM è una pratica di prevenzione entrata in vigore il 12 febbraio 2018 che, attraverso “il Registro Unico Autoesclusi”, permette ai giocatori di eliminarsi dal circuito ADM di casinò online. 
Nel momento in cui un giocatore si autoesclude, non potrà più puntare i propri soldi su nessun casinò presente all’interno del circuito ADM. Per questo motivo, l’autoesclusione non si deve confondere con l’autosospensione, pratica messa a disposizione solo da alcuni casinò e che è volta a sospendere il giocatore solo dal casinò singolo.

Come funziona l’autoesclusione ADM?

Per iniziare la pratica di autoesclusione, l’utente dovrà seguire questi semplici step:

  1. Accedere al portale ADM attraverso il link https://www.adm.gov.it/portale/loginspid, solo se il giocatore è munito di SPID;
  2. Quando si clicca su SPID, il portale chiederà attraverso quale fornitore l’utente vorrà accedere (SielteID, NamirialiD, PosteID, TIMiD, ArubaSpid, ecc.). L’utente dovrà selezionale il fornitore con il quale ha creato inizialmente il proprio account SPID;
  3. Seguire le istruzioni per accedere all’account SPID (in caso si selezioni SielteID, ad esempio, la pagina web richiederà il codice fiscale o la partita IVA e la password);
  4. All’interno del portale, l’utente visualizzerà la pagina chiamata “Area riservata”. All’interno di questa pagina, occorrerà scrollare in basso e selezionare la voce “accedi” che si trova nel riquadro in basso a destra dal nome “Autoesclusione dal gioco a distanza”;
  5. Adesso, l’utente leggerà un testo sulla pagina di benvenuto, in cui gli sono forniti il numero verde 800 55 88 22, a cui rivolgersi in caso di dipendenza da gioco d’azzardo e un’informazione di time-out (spronando l’utente a terminare la pratica prima del tempo di scadenza, in seguito al quale tutte le azioni saranno annullate);
  6. A destra della pagina, selezionare la voce “Richiedi autoesclusione” e seguire tutte le linee guida.

Se, invece, il giocatore non dispone di SPID, allora dovrà:

  • Accedere a un sito di casinò ADM con il quale ha un account di gioco;
  • Selezionare l’opzione che permette di richiedere l’autoesclusione, oppure rivolgersi a un membro del servizio clienti;
  • Fornire al casinò tutti i dati personali rilevanti, come nome, cognome, data di nascita, copia di un documento di identità valido e codice fiscale.

Qual è il periodo dell’autoesclusione ADM?

Il periodo di autoesclusione ADM va da un minimo di 30 giorni, fino a un tempo indeterminato. Nel momento in cui il giocatore fa richiesta di autoesclusione, dovrà selezionare il periodo per il quale desidera uscire dal circuito ADM (30, 60 o 90 giorni), oppure selezionare l’opzione per autoescludersi a tempo indeterminato. 

Durante il periodo in cui il giocatore è escluso dal circuito ADM, non potrà aprire nuovi conti di gioco su casinò ADM e puntare i propri soldi o piazzare scommesse attraverso un conto di gioco ADM. 

Tuttavia, potrà comunque prelevare il denaro ricavato dalle vincite di gioco effettuate nel periodo precedente all’autoesclusione, e potrà chiudere manualmente tutti gli account di gioco ai quali è iscritto e richiedere il prelievo delle vincite.

Nel caso in cui l’utente decida di autoescludersi a tempo indeterminato per poi cambiare idea, non potrà comunque revocare l’autoesclusione prima della scadenza di 6 mesi. Questa pratica di prevenzione è volta ad impedire che individui che soffrono di dipendenza da gioco d’azzardo rientrino in contatto con i casinò ADM mentre sono ancora vulnerabili. 

Una volta trascorsi i 6 mesi, il giocatore potrà richiedere una revoca dell’autoesclusione, che verrà portata a compimento dopo 7 giorni. Dopodiché, il giocatore potrà nuovamente creare account di gioco su casinò ADM.

Quali sono i contatti per l’autoesclusione AAMS?

Ecco una tabella esaustiva di tutti i contatti a cui rivolgersi in caso di autoesclusione AAMS:

Numero verde nazionale 800 55 88 22
Email ADM adm.helpdesk@adm.gov.it
Indirizzo ADMPiazza Mastai, 12 — 00153 Roma

Come revocare l’autoesclusione?

Per revocare l’autoesclusione, è necessario:

  • Attendere il termine del periodo di autoesclusione che è di 30, 60 o 90 giorni per periodo determinato e di minimo 6 mesi per periodo indeterminato;
  • Accedere tramite SPID al portale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli;
  • Accedere all’Area Riservata del portale alle richieste di autoesclusione e revoche di autoesclusione, reperibile nell’angolo in basso a destra della pagina;
  • Cliccare sulla voce “revoca autoesclusione”, reperibile in altro a sinistra della pagina di benvenuto, alla quale si accede dall’Area Riservata;
  • Attendere 7 giorni dal momento di richiesta della revoca prima di creare nuovi account di gioco.

Come eliminare l’account di autoesclusione?

Come non occorre creare un apposito account per richiedere l’autoesclusione, così non occorre neppure cancellare alcun account in seguito ad una richiesta di revoca. 

L’Area Riservata dell’ADM al cittadino italiano si trova all’interno di un portale che si chiama SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), un ente e un sistema unico di accesso attraverso cui ogni cittadino italiano gestisce la propria residenza nel Paese. 

Attraverso lo SPID, il cittadino italiano può accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione, come l’iscrizione alle scuole, l’acceso a fascicoli sanitari, ottenere certificazioni, dati di anagrafe e anche per richiedere agevolazioni fiscali, contributi e finanziamenti. 

Allo stesso modo, lo SPID contiene anche l’area riservata al cittadino che usufruisce di gioco d’azzardo, all’interno della quale si accede direttamente a tutti i servizi di questo settore, tra cui quello dell’autoesclusione.

Quali casinò online hanno l’autoesclusione ADM?

Solo i casinò con licenza ADM, rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli prevedono l’autoesclusione AAMS: l’ADM, infatti, è un ente nazionale che regolarizza il gioco d’azzardo sul territorio italiano, proteggendo i giocatori su diversi fronti. Ad esempio:

  • Controlla i movimenti di denaro verso e dai casinò ADM, per assicurare che i casinò in questione operino in totale legalità;
  • Si occupa di trattenere parte del ricavato lordo delle vincite per poi versarlo in tasse allo Stato, così da evitare che i giocatori perpetrino illeciti fiscali;
  • Protegge i giocatori da dipendenza da gioco d’azzardo attraverso la pratica dell’autoesclusione.

Alcuni dei casinò con licenza ADM sono Lottomatica, Snai, ProntoBet e 888Casinò, i quali dispongono di molti dei giochi progettati dalle migliori Software House e forniscono informazioni a proposito di gioco sicuro e il processo di autoesclusione sui loro siti web.

Cosa fare se non si può revocare l’autoesclusione?

Nel caso in cui il giocatore italiano desideri tornare a giocare prima della scadenza del periodo di autoesclusione, può considerare di: 

  1. Attendere la scadenza del periodo di 30, 60, 90 giorni o di 6 mesi (in caso di autoesclusione a tempo indeterminato), per poi iniziare la pratica di revoca;
  2. Accedere a un casinò non-AAMS, ovvero a un casinò che possiede una licenza offshore, come quella rilasciata dalla Malta Gaming Authority (MGA) e dalla Curacao Gaming and Control Board (CGCB);

Nel caso in cui si opti per l’opzione numero 2, è bene che il giocatore consideri determinati fattori:

  • Valutare se si è psicologicamente idonei prima di iscriversi a un casinò non-AAMS (se ci si iscrive a un casinò non-AAMS prima del termine del periodo di autoesclusione, si rischia di peggiorare la propria dipendenza da gioco d’azzardo);
  • Determinare l’autorevolezza della licenza del casinò non-AAMS al quale si decide di iscriversi. Per fare ciò, è necessario verificare le licenze di cui dispone il casinò (reperibili in fondo alla pagina principale sottoforma di link);
  • Agire nella consapevolezza che se un casinò italiano che dichiara di avere licenza ADM pur accettando l’iscrizione di un individuo autoescluso, allora probabilmente è illegale e la licenza che dichiara di avere è fasulla.

Dove si possono effettuare scommesse quando si è esclusi dal circuito ADM?

Tutti i giocatori autoesclusi dal circuito ADM possono comunque accedere e scommettere su casinò non-AAMS. Per fare ciò è necessario selezionare casinò non-AAMS sicuri, ovvero che dispongono di licenze autorevoli e si impegnano a proteggere il giocatore dai pericoli del gioco d’azzardo.

Noi di non.aams.it abbiamo scritto una recensione completa sui casinò non-AAMS sicuri, valutando diversi elementi come:

  • La sicurezza e l’autorevolezza della licenza;
  • Il payout dei giochi;
  • La diversità e la provenienza del catalogo ludico;
  • La disponibilità di metodi di deposito e pagamento sicuri.

Alcuni di questi casinò sono Casinia, Cadoola, BoaBoa e AlfCasinò, che dispongono tutti di una licenza rilasciata dalla Curacao Gaming e Control Board, di tutti i giochi delle Software House più autorevoli e accettano tutti i principali metodi di pagamento (Visa/Mastercard, Bitcoin, e portafogli elettronici).

Possono gli italiani scommettere sui siti non-AAMS?

Sì, i giocatori italiani possono scommettere online i propri soldi su casinò non-AAMS, sfruttando le regole europee che regolarizzano il gioco d’azzardo. Spieghiamoci meglio: nonostante l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) vieti ai cittadini italiani di usufruire di gioco d’azzardo su casinò senza ADM, l’Unione Europea considera i casinò non-AAMS legali. Per questo motivo, essendo i giocatori italiani membri dell’Unione Europea, possono sfruttare questa clausola per scommettere online su casinò non-AAMS senza essere perseguiti per illeciti.